Terra Insubre -   Simboli torna all'home page

Il Triskel e il Cinghiale

I Simboli sono un elemento fondamentale nel linguaggio dei popoli antichi. I popoli Indoeuropei, in particolare, utilizzavano spesso simboli solari e animali per raffigurare le potenze del mondo. Per questa ragione anche Terra Insubre ha adottato come proprie insegne distintive due di questi antichissimi simboli: il Triskel ed il Cinghiale. Il Triskel è un segno di riconoscimento utilizzato presso molte popolazioni celtiche quali Bretoni, Gallesi e Irlandesi. E' composto da tre spirali, un motivo molto caro ai Celti, unite a formare un simbolo solare rotante. E' un segno molto antico che si ritrova in tutta l'Europa anche non celtica, ma che soprattutto dai Celti venne, se non introdotto, sicuramente utilizzato in larghissima misura.

Triskel

Il cinghiale deve la sua scelta alle leggende tramandateci dagli storici latini e medioevali riguardo la fondazione di Milano, l'antica Mediolanum capitale del regno degli Insubri. Questi racconti narrano infatti dell'incontro tra una scrofa semilanuta e il principe celta Belloveso, che ritenendo questo evento di buon auspicio fonderà una città proprio nel luogo dove il fatto era avvenuto.

Il Triskel e il Cinghiale

E' verosimile ritenere che la scrofa semilanuta fosse un cinghiale (in latino suis scrofa), essendo questo un animale sacro per i Celti. Il cinghiale, inoltre, ci collega idealmente con il Morvand (Borgogna), un territorio abitato anticamente dagli Edui; tra loro, secondo quanto riporta lo storico romano Tito Livio, una tribù aveva il nome di Insubri. Non è perciò un caso se molti celtisti utilizzano il cinghiale come segno distintivo. Ci auguriamo dunque che questo animale un tempo sacro possa ancora una volta rivelarsi di buon auspicio per il destino della nostra Associazione, ma soprattutto per il futuro della nostra Terra d'Insubria.

La bandiera Ducale

Poco dopo la fondazione di Terra Insubre, quando si è presentata la necessità di individuare un vessillo che non fosse solo quello della nostra Associazione, ma che al contrario potesse venire riconosciuto e accettato da tutti come simbolo della terra d'Insubria, la scelta non è potuta che cadere sulla bandiera Ducale.

L'antica bandiera del Ducato di Milano, nata dall'unione di due emblemi quali il Biscione visconteo, simbolo di una Nazione i cui confini per lungo tempo sono stati quelli dell'Insubria storica, e l'Aquila imperiale, il più nobile e antico tra i simboli europei, ben si adattava a rappresentare l'Insubria come realtà locale e come terra d'Europa.

La bandiera Ducale

Da allora molto è stato detto e fatto e sono oggi numerose, oltre a Terra Insubre, le associazioni culturali, le pubblicazioni, i gruppi musicali, i movimenti d'opinione, i gruppi di rievocazione storica e persino le istituzioni che si rifanno al concetto di Insubria e che a vario titolo e con varie finalità si riconoscono nella bandiera Ducale o nel simbolo del Biscione visconteo.

Sono passati più di seicento anni da quando per la prima volta questo vessillo è stato innalzato e il suo destino sembrava ormai quello di apparire solo sui libri di storia. Oggi, dopo secoli di oblio, l'antica bandiera Ducale è invece tornata a vivere quale simbolo della terra d'Insubria. Una terra che non si accontenta più di celebrare le glorie del suo grande passato, ma che pretende per sé stessa anche un grande futuro.

-------------
| Chi siamo | Insubria | Sedi Territoriali | Eventi&News | Pubblicazioni |
| I Simboli | Compra Insubre | Iscriviti | La Rivista | Archivio | Link | Convenzioni |
Terra Orobica | Contatti |

Cookie policy